Tempo di stoppare Pratosmart

Decido di fermarmi qui con il mio progetto Pratosmart e non proseguire più a divulgare tramite questo weblab. E’ stata una bellissima esperienza e non finisce di sicuro. I motivi sono essenzialmente legati al fatto che c’è necessità di cambiare modo di comunicare, farlo in modo più personale se sarà necessario.

Quello che conta è fare delle piccole cose e per farle non c’è certo bisogno di Pratosmart. Per farle basta iltempe.

Vedremo, ci sono nuovi strumenti da sperimentare.

Questo sito resterà online ed i suoi canali social saranno comunque usati dal sottoscritto per divulgare contenuti.

Ho deciso anche di rilasciare tutti i miei post dal 2014 ad oggi su Github qui con licenza Creative Commons CC BY, fatene buon uso!

CIAO!

Mappare Punti Usando 3 Parole e Senza Programmare

Dopo aver creato questo tutorial su come si possano facilmente mappare oggetti con DO e IFTTT mi sono appassionato ad una ricerca di metodi semplici per poter individuare la posizione di punti su mappa. Ve ne presento uno qui di seguito che non prevede di programmare e non prevede di creare ricette o strani “archibugi” per registrare DOVE stanno gli oggetti nello spazio usando una combinazione di 3 parole anzichè coordinate GPS come si fa di solito. Il servizio che permette questo si chiama What3Words. Come funziona? Riporto dal sito del servizio

what3words è un sistema universale per l’attribuzione degli indirizzi basato su una griglia globale composta da quadrati di 3 m x 3 m. A ciascuno dei 57 trilioni di quadrati in cui è suddiviso il mondo è stato pre-assegnato un indirizzo di 3 parole, univoco e fisso. Il nostro geocoder converte le coordinate geografiche in questi indirizzi di 3 parole e viceversa.

Avete capito bene. Individuare lo spazio con 3 parole. Questi signori hanno univocamente associato alle coordinate GPS del mondo una sequenza di tre parole. Nessun bisogno quindi di GPS nè di connessione dati per localizzarvi. La dimensione dell’intero sistema What3Words è 5 MB e questo consente di avere tutti gli indirizzi del mondo in una App! Ciò permette di superare i limiti solitamente posti dal trovarsi in località sperdute e senza indirizzo o in aree in cui la copertura è insufficiente.

Utilizzare delle parole permette anche a persone senza particolari conoscenze tecniche di trovare con precisione qualsiasi posizione e comunicarla più rapidamente, più facilmente e con meno ambiguità rispetto a qualsiasi altro sistema, quali indirizzi stradali, codici postali, latitudine e longitudine o URL abbreviati per dispositivi mobili.

Queso servizio reinventa quindi il metodo di mappatura degli indirizzi del mondo intero fornendo la possibilità a noi di individuarli in modo univoco tramite la nostra lingua. Spostando un marker su una mappa al massimo dello zoom vi verrà indicato l’indirizzo in 3 parole del quadrato su cui è posizionato il marker.

Schermata 2016-02-26 alle 22.49.50

Il sistema ha una sua piattaforma per sviluppatori con cui potete divertirvi a creare la vostra applicazione basata su questo sistema. I metodi di geocodifica con Google o Openstreetmap sono descritti qui. Qui ad esempio trovate un progetto che permette di trovare gli indirizzi in tre parole di ogni edificio mappato su openstreetmap. Potete sviluppare il vostro servizio di localizzazione usando i manuali degli sviluppatori.

Io qui vi dico come potete comunicare una posizione da smartphone in modo semplicissimo cosi da segnalare su qualunque piattaforma vi consenta la condivisione (SMS, Telegram, WhatsAPP, Note, Facebook, Twitter…) una BUCA per strada, un INCIDENTE, un INSETTO, una qualunque altra “cosa” vogliate indicare senza installare null’altro che la app Whats3Words. Chi riceve questa informazione non deve necessariamente essere iscritto alla piattaforma ma potrà aprire l’indirizzo a tre parole che invierete dal computer tramite browser.

  • Installate l’APP Whats3Words e registratevi (è gratuita)
  • Individuate la vostra posizione aiutandovi con il GPS localizzandovi.
  • A questo punto potete zoommare la mappa spostandovi sul quadrato 3×3 corretto e visualizzando in basso l’indirizzo a 3 parole.
  • Una volta della vostra posizione a 3 parole potete cercare le indicazioni per raggiungerla tramite navigatore del telefono oppure CONDIVIDERLA, per esempio con le note del telefono. FINITO. (ps casa mia sta all’indirizzo FORNACE.SUOCERI.UCCELLI).
  • IMG_3042

IMG_3043

Istruzioni per usare Mapillary (in italiano)

Mapillary è un ottimo strumento per produrre percorsi in foto del tuo territorio con licenza di tipo opendata. Di seguito le istruzioni per usarlo. Puoi facilmente contribuire a fotografare il tuo territorio in questo modo con uno smartphone con GPS e fotocamera o una macchina fotografica connessa ad un GPS.

Questo post è la traduzione della pagina ufficiale di istruzioni che trovi sul sito di Mapillary https://www.mapillary.com/instructions.html . Altre semplici slide per usare Mapillary le trovate anche qui.

Come Scattare Foto

  • Afferrare in modo dritto la fotocamera. Ci sono delle linee orizzontali per aiutarti. In alcuni casi possiamo stimare la pendenza e correggerla ma in ogni caso è sempre meglio acquisire buone foto per partire.
  • L’orientamento orizzontale è molto più naturale da vedere piuttosto che quello verticale.Fino a che non sei in spazi stretti o un’altezza extra può far la differenza, usa l’orientamento orizzontale.

Cosa fotografare

Cerca sempre di avere una visuale libera per :

  • strade, piste ciclabili, percorsi pedonali (nella direzione percorribile del percorso)
  • edifici (vista della facciata frontale)
  • visuale del posto (tutto ciò che si può notare e di interesse di un luogo)
  • piazze, parchi e spazi aperti

Spesso, scattare foto della strada nella direzione in cui ti stai muovendo è la miglior visuale. In alcuni casi scattare foto nella direzione opposta può essere interessante. decidi tu. Non ci sono limiti al livello di dettaglio, puoi scattare quante foto vuoi.

Cosa non fotografare

Noi vogliamo proteggere la privacy e la riservatezza dei nostri amici vicini. Evita quindi di scattare foto dove sono presenti molte persone. Evita sempre di scattare foto in cui puoi identificare chiaramente una persona. Controlla le tue foto nella APP prima di fare un upload.

Noi stiamo continuamente migliorando i nostri algoritmi per riconoscere facce e oscurarle, per riconoscere targhe o oscurarle, per darti la possibilità di nascondere o segnalare foto.

Mapillary si riserva il dirittto di rimuovere contenuti non accettati. Perfavore evita:

  • primi piano di persone
  • primi piani di proprietà private attraverso staccionate etc..
  • zone private o accesso ristretto (a meno che non siano tue e tu non voglia realmente condividerle)
  • aree militari e zone sensibili

Esempi

Qui trovate alcuni buoni esempi di “camminata usando la modalità a scatto singolo“, “pedalata con scatto in sequenza“, “scatto da un’auto usando la modalità sequenza“. 

Strade

image 3

Percorsi ciclabili e pedonali

image

  Vista frontale di ingressi ed edifici

image (2)     

Pianificazione

Per grandi areee o acquisizioni organizzate è utile pianificare prima. Alcuni consigli per pianificare:

  • Provare sempre ad andare quando ci sono meno automobili e persone possibili. Le domeniche sono ottime!
  • Muoviti quando c’è il sole. Se possibile scegli un percorso in cui il sole resta dietro la tua camera. Le tue foto verranno molto meglio cosi.
  • Organizzati per un tempo adeguato sia in termini di percorso che acquisizione. Dopo un’ ora circa di acquisizione continua le tue batterie potrebbero scaricarsi. Pianifica le pause e le ricariche se vuoi andare oltre.
  • Se sei in auto assicurati che i finestrini siano puliti e che l’auto non si veda in foto
  • Usa un GPS esterno bluetooth (se lo hai) per una migliore accuratezza specialmente in auto
  • Fallo con gli amici. Divide et impera!

Inviare note ai mappatori Openstreetmap passeggiando in città

Oggi un semplicissimo tutorial su Openstreetmap che non prevede conoscenze particolari di programmazione. Tra le varie funzionalità che questa mappa mette a disposizione di tutti c’è la possibilità (secondo me sottovalutata) di scrivere delle note in un punto della mappa per fornire indicazioni a chi deve modificare la mappa stessa. Quindi annotare su Openstreetmap è un modo per contribuire a tenere aggiornate le mappe della propria città (e non solo della propria). E’ possibile creare queste note anche senza essere iscritti a Openstreetmap, per cui la funzione si presta molto bene nel caso abbiate un gruppo di mappatori in città sempre attivi a cui volete affidare dei compiti indicando sulla mappa qualcosa da mappare facendo un aggiornamento. Il mappatore che troverà questa nota avrà le indicazioni per aggiornare la mappa.  Ma anche se siete un mappatore che passaggia in città e volete annotare su Openstreetmap un compito da svolgere a casa con calma la cosa fa a caso vostro. Per ogni indicazione su cosa si può scrivere nelle note e come usarle rimando al wiki di Openstreetmap.

Anzichè annotare qualcosa su Openstreetmap dalla mappa stessa tramite browser supponiamo di essere in giro per la  nostra città e di voler notificare qualcosa da appuntare direttamente su mappa. Quello che scrivo di seguito è un metodo che si può implementare in vari modi (c’è chi lo ha fatto anche con Telegram). Io vi presento un modo semplice di farlo predispondendo una ricetta su DO di IFTTT che ho scoperto essere un’ottima soluzione per automatizzare azioni da smartphone, è usabile da tutti perchè non richiede programmazione. Per questa ricetta useremo DO Note che consente di inviare testo ad un’applicazione tramite la semplice pressione di un pulsante. In particolare per questa ricetta dovete abilitare il canale Maker che vi consente di associare alla pressione di un pulsante un’azione per un servizio web o oggetti connessi ad internet. Dobbiamo fare in modo che quindi nel momento in cui si scrive una nota con DO e premiamo il pulsante questa nota venga annotata su openstreetmap con la nostra posizione rilvata con smartphone in quel preciso istante. Come si fa? Create una ricetta con IFTTT del tipo DO->Maker fatta cosi

Schermata 2016-02-13 alle 23.11.07

Salvate la ricetta su smartphone ed adesso siete pronti per annotare su Openstreetmap scrivete le vostre notazioni per i mappatori e premete il pulsante!

Add_a_note_screenshotLe note saranno trasferite direttamente sulla mappa Openstreetmap (visibili a tutti) e potranno essere risolte e prese in carico da chi opera sulla piattaforma di mappatura basterà andare su Openstreetmap e selezionare il livello note per vederle!

IMG_3009

image2Schermata 2016-02-13 alle 23.08.43

Mappare i tombini della tua città senza scrivere una riga di codice

Da tempo ragionavo su un metodo semplice per mappare dei punti su un territorio. L’idea nasce dal fatto che molto spesso ci sono informazioni che se pur “ovvie” non sono disponibili alla città in formato digitale aperto e accessibile. A volte le pubbliche amministrazioni le hanno in formato analogico a volte no. A volte tali informazioni sono in mano ad alcuni privati. Altre volte queste informazioni aggiornate non esistono proprio e sarebbe utilissimo produrle. Come fare in questi casi?

Qui descrivo un metodo semplice per poter creare dati di punti georeferenziati senza programmare. Nel mio tutorial ho immaginato una campagna cittadina per mappare i tombini delle fognature. La stessa logica può essere applicata per mappare qualunque tipo di informazione e per registrare la sua posizione online.

Per fare questa campagna vi occorre solo:

  • Un account ad IFTTT : questa applicazione vi consente di creare semplici ricette automatizzate in cloud mettendo in relazione vari servizi web;
  • Uno spazio GOOGLE DRIVE : il servizio cloud di google per gestione documenti;
  • Uno smatphone con installata la app DO : una app (affiliata ad IFTTT) per dispositivi mobile che consente con la semplice pressione di un pulsante di eseguire un’operazione pianificata con IFTTT. Abilitate nella app DO nella sezione permission la possibilità di inviare la propria posizione (Location). Il tutorial è testato su Iphone 6.

Come si procede per creare tutto il sistema per mappare?

  1. Accedete a IFTTT e create una ricetta DO Button ovvero un bottone personalizzato. La ricetta deve essere del tipo DO Button – Google Drive come quella illustrata in figura. Vi verrà chiesto le credenziali di accesso a Google Drive. Potete farlo partendo una ricetta esistente come questaSchermata 2016-02-05 alle 22.15.35
  2. A questo punto occorre definire cosa deve fare il vostro semplice servizio alla pressione del bottone DO. Compilate la ricetta come segue. Si tratta di una ricetta che vi permetterà di aggiungere una riga ad un foglio google chiamato Tombini ogni volta che farete pressione sul bottone con lo smartphone. Nel momento in cui farete pressione nel foglio Google saranno memorizzate queste informazioni su 3 colonne : Tempo , Latitudine ,  Longitudine.

Schermata 2016-02-05 alle 22.26.42

La ricetta (se non lo create voi) vi crea in automatico un foglio denominato Tombini in questa posizione su Google Drive.

Schermata 2016-02-05 alle 22.24.11

Impostate il foglio in questo modo:

  • File->Impostazioni del foglio di lavoro->Impostazioni internazionali = Stati Uniti
  • Nella prima riga inserite queste tre parole: Tempo || Lat || Lon
  • Pubblicate il foglio sul web in formato CSV per rendere i dati disponibili per altre applicazioni dal menu File->Pubblica sul web->Foglio 1 -> Formato CSV. Otterrete un link pubblico per accedere ai dati in formato CSV.Schermata 2016-02-05 alle 22.31.55

Fatto!

IMG_2978A questo punto potete andare in giro per la vostra città premendo sullo smartphone il bottone che avete creato nel momento in cui sarete proprio sopra un tombino. Il servizio da voi creato memorizzerà tramite lo smartphone la vostra posizione e quindi quella del tombino.

Al termine della vostra campagna avrete la lista delle posizioni geografiche di tutti i tombini come quella che vedete qui sotto. Questi dati sono informazioni digitali che possono essere mappati su mappe digitali con servizi come UMAP o addirittura importati come dati aperti su Openstreetmap in modo da essere riusabili da tutti. Ai dati potrete accedere facilmente tramite il link al file CSV che voi avete pubblicato sul WEB all’inizio (UMAP permette di importare dati da un link CSV esterno leggi qui; per importare dati su Openstreetmap leggere queste linee guida).

Sto proponendo a voi di andare in giro a mappare i vostri tombini? Beh anche. Ricordatevi che i dati aperti sono generabili da chiunque.

Schermata 2016-02-06 alle 10.14.57Ma sto anche suggerendo un metodo GRATUITO, per cui NON E’ NECESSARIO SVILUPPARE SOFTWARE e molto SEMPLICE da spiegare, per chiunque voglia digitalizzare la posizione geografica di qualcosa in città. 

Immaginate un manutentore di un tombino che dopo aver fatto la sua attività di manutenzione lo mappa semplicemente premendo un pulsante. Immaginate una squadra della protezione civile che a valle di un controllo preme un pulsante e mappa un tombino. Lo stesso principio si può ovviamente applicare per qualunque altro oggetto o situazione in città…solo altre due idee applicabili in Italia:

  • qualche giorno fa suggerivo che la polizia di Philadelphia mappa dove avvengono crimini su mappa pubbblica
  • ci sono squadre di dipendenti regionali che registrano la posizione di insetti nocivi alle piante da frutto come il tarlo asiatico.

Ed ora sta a voi!

Schermata 2016-02-06 alle 10.16.18